Aste Bolaffi acquista società a Londra

Le nuove norme sui beni culturali rischiano di avere pesanti ripercussioni sul business del collezionismo. Lo sostiene Filippo Bolaffi, amministratore delegato dell'omonima casa d'aste, che invita la politica a "fermarsi e a ragionare". Il riferimento è al ddl Orlando-Franceschini, che sta per diventare legge innalzando le pene e introducendo nuovi reati collegati ai beni culturali. Il rischio è che la casa d'aste debba rivolgere altrove le proprie attenzioni: "Se passa questa legge in Italia muore il collezionismo. Quindi, per una casa d'aste non essendoci più mercato, bisogna cercarlo altrove - spiega -. Per un'opportunità commerciale, a fine 2018 Aste Bolaffi ha acquistato una società a Londra. Acquisto più che mai utile alla luce delle funeste idee del legislatore. C'è preoccupazione, ma anche entusiasmo per questa nuova avventura inglese - sottolinea - anche se non è per nulla scontato che possa continuare a dare lavoro a chi in Italia rischia di perderlo per le nuove norme".

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Torino Oggi.it
  2. Torino Repubblica
  3. Torino Today
  4. Torino Repubblica
  5. Torino Oggi.it

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

La Loggia

    FARMACIE DI TURNO

      Nel frattempo, in altre città d'Italia...